Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
12 settembre 2012 3 12 /09 /settembre /2012 09:39

Lettere a Lucylla.

Ci ritroviamo nell’ingorgo!

 

 

 

Cara Lucylla,

come stai?

Spero tutto bene, anzi benone.

Mia cara Lucy, il lavoro ha ripreso le sue direzioni, le scuole sono riaperte, gli uffici pure, insomma, si riparte.

Si riparte alla grande!

Si riparte di corsa!

Si riparte nervosi, arrabbiati, incattiviti l’uno con l’altro, non abbiamo tempo per guardare in faccia nessuno, neanche noi stessi.

Ancora ci ritroviamo nell’ingorgo e non solo stradale!

L’ingorgo della nostra vita.

Siamo ingorgati, ingolfati, bloccati, a correre, ad assolvere doveri, a dover togliere la polvere dagli scafali, a essere alla moda, scintillanti, in forma, impegnati, informati.

Mi chiedo se ne valga veramente la pena.

Tu che dici?

Come hai ripreso la vita di tutti i giorni?

Hai trascorso delle belle vacanze?

Le vacanze, andrebbero tolte dalla vita dell’uomo moderno!

Se ti sei assuefatto alla vita frenetica di città, d’estate vivi un vuoto insostenibile.

Se le vacanze ti riportano ai tuoi veri bisogni, ti fanno star bene, ti fanno comprendere che ciò che vivi 11 mesi l’anno, non è ciò che ti appartiene, allora tornare diventa depressivo.

Un po’ come in quello spot pubblicitario, dove le persone appena tornate dalle vacanze si trovavano a fare terapia di gruppo, a confrontarsi con ricordi e rimpianti.

Non è così lontano dalla realtà!

 

Bhe, ti abbraccio caldamente e devo dire che …..

Non so se l’augurio migliore sia quello di riabituarsi alla vita di città o sia quello di rimanere  in contatto depressivo con i propri bisogni.

Forse è il caso di trovare una nuova strada ai propri bisogni.

Non sembra così facile!

Bha, vedremo

 

La tua amica di sempre

Condividi post

Repost 0
Psiche-Soma in libertà - in Lettere a Lucylla
scrivi un commento

commenti