Overblog Segui questo blog
Administration Create my blog
6 giugno 2012 3 06 /06 /giugno /2012 12:54

Ricette di Cucina Bio-Psico-Naturali

                                          

Ricetta N° 6

Ricetta per raggiungere la piena Felicità

 

Qualcuno ci ha ben raccomandato le istruzioni per rendersi infelici, bhe, visto  che sono una persona positiva, voglio invece raccomandarvi istruzioni per rendervi Felici!

Bisogna essere ottimisti e coltivare la propria felicità, a discapito di ogni cosa! Sì, non ci pensate due volte, non vi fate prendere da strane idee, ne avete diritto, costi quel che costi!

Allora diamoci da fare!

 

-    Primo passo: fare sempre ciò che si desidera.

Assolutamente sempre! Non ci sono storie, non ci sono motivi che tengano.

Dovete assolutamente perseguire ciò che vi salta in mente, anche fosse un capriccio subitaneo, non importa.

Che diritto hanno gli altri di dirvi che non dovete andare in quella direzione? Non ci si può certo limitare per tutta la vita!

-              Ci sono degli ingredienti per la felicità, che non possono venire meno.

Primo fra tutti, i bisogni fondamentali (fame, sete, protezione, ecc.), non ci sarebbe neanche da dirlo, ma lo ricordiamo per i più sprovveduti.

Poi, la ricchezza (se possibile), altrimenti vi accontenterete del benessere economico (non di meno però, meno no, non esageriamo), l’eleganza è sempre una qualità piacevole e soddisfacente, la comodità assoluta della casa, la sua ricchezza di dettagli, i colori sempre alla moda riempiono l’occhio e sollevano l’anima (ricordate il verde è rilassante, il rosso eccitante, l’arancio sensuale, il viola spirituale, ecc.), l’auto deve essere assolutamente comoda (se si percorrono distanze di 30 minuti non si può certo stare scomodi, figuriamo se si va oltre) e di prestigio, così che ne sarete completamente soddisfatti anche agli occhi degli altri.

Poi anche il palato vuole la sua varietà, la raffinatezza dei gusti e delle ricette.

Il corpo deve essere assolutamente tonico, in forma e rilassato, per cui è importante avere spazio per la palestra, ma poi anche per il massaggio che distenda, dopo tanta fatica.

E la lampada? Non si può mica andare in giro slavati?

Ricordate poi che c’è una cura di sé fondamentale, che passa per la pulizia del viso, sistemazione di sopracciglia, maschere facciali, trucco, ceretta, fanghi, oli aromatizzati e tutto quello che i più rinnovati centri possono offrirci puntualmente.

Qualche anno fa era, di moda il massaggio al cioccolato, deve essere una vera delizia! Ma anche la talassoterapia non deve essere malaccio!

Rinnovarsi, rinnovarsi ed essere sempre alla moda!

-    I capelli, neanche a dirlo, devono essere a posto, perfettamente, nel taglio, nel colore, sfumature, messa in piega, ecc.

Una testa a posto è sinonimo di benessere e felicità!

E che effetto!!!

-    Naturalmente fa sempre bene fare un po’ di shopping, è un antidepressivo accertato.

Un po’ caro talvolta, ma non ci pensate, portate bancomat, carta di credito e blocchetto assegni, così non ve ne accorgete neanche, i conti li fate in un secondo momento o li fa chi per voi.

Non occupatevi di questioni spiacevole, suvvia, altrimenti perdete i vantaggi guadagnati con lo shopping stesso e perde di potere.

-       E’ chiaro che nel progetto sono inclusi i figli, ma perché voi siate veramente felici è fondamentale che aderiscano perfettamente alle vostre aspettative, che si facciano onore nella vita, che siano giudiziosi, rispettosi, che si distinguano.

Ma soprattutto giudiziosi e calmi, che non diano troppi grattacapi, anzi meglio nessuno, che percorrano serenamente la strada che gli avete delineato.

Cosa c’è di più bello? Del resto, i genitori vogliono sempre il meglio per i figli!

Saranno una vera fonte di felicità! Una degna continuazione della vostra esistenza. Un pezzo di voi!

-      Poi c’è il sesso.

Sì, signori, non vi scandalizzate, il sesso è fondamentale per il benessere e la felicità.

Non lo sapevate che alza le endorfine e brucia calorie?

E’ così, per cui fatelo bene e se il vostro partner non vi soddisfa, cercatevi un amante, due, tre, quando vi stufano cambiateli.

Non dovete mica innamorarvi! Si tratta solo del buon, sano sesso!

Vedrete che ne gioverà anche la coppia e la famiglia intera.

Adulti stressati diventano genitori terribili!

Poi le coppie si sfaldano, le famiglie si dividono, ricordatelo, non siate troppo moralisti.

Spesso gli amanti tengono insieme le famiglie! Bisognerebbe farne un’istituzione.

-      Non cercate di fare gli eroi, non serve a nulla!

Non vi consumate troppo nel lavoro, pulizie, impegni, a stare dietro ai bimbi, le riunioni, ecc., delegate! Sì delegate, non ci pensate due volte!

Che importa se non andate d’accordo coi suoceri o i genitori? Fate buon viso a cattivo gioco, loro si divertono a fare i nonni e voi ve la prendete più comoda.

Poi ci sono anche le baby sitter, i genitori degli altri bimbi, i vicini, guardatevi intorno e avrete tanto sostegno.

Non vi affaticate, non vi lambicate la testa di preoccupazione. D-E-L-E-G-A-T-E.

Ve l’ho detto a chiare lettere e scandito, siete autorizzati.

-      E’ importantissimo che vi prendiate spazio per voi!

Almeno una sera a settimana l’uscita con le amiche, una volta a settimana l’uscita col partner, una volta al cinema e poi se capita state coi bimbi, altrimenti ci saranno sicuramente altre occasioni.

Non vi angustiate in inutili sensi di colpa, tanto i bimbi alla sera dormono! Devono dormire, la mattina c’è la scuola e poi … a loro piace molto stare su face book, alla play station, davanti alla TV!

Per cui, non starebbero comunque con voi!

Certo che no! Hanno la loro vita, anche loro.

-      E le vacanze, non sono forse fondamentali?

Riempie veramente il cuore girare tutto il mondo, conoscere ogni angolo della terra, prima che venga troppo invaso e inquinato!

Almeno un viaggio d’estate e uno d’inverno, meno di così ci si rende davvero infelici!

Sono proprio tutti ingredienti essenziali, non se ne può fare a meno.

Si conoscono altre culture, altre lingue, modi di fare, la povertà, la miseria, lo sporco …. Vedrete, che vi solleverà il cuore, nel momento in cui ritornerete alla vostra comoda vita!

-    Quando avete un problema che vi turba la mente, potete andare dalla cartomante a farvi rassicurare sul futuro, vedrete che vi incoraggerà e vi dirà qualcosa di buono.

Lo stesso per le decisioni difficili. Fatevi consigliare. Ci sono tante figure a cui rivolgersi, vi daranno sicuramente una mano e voi vi sentirete deresponsabilizzati. Avete chiesto a chi di dovere!

Quando poi, commettete qualcosa di sgradevole, che di solito non si fa, andate dal vostro parroco e vi lavate la coscienza, tanto Dio, tutto perdona!

-    Poi, voi non lo sapete ma il terapeuta è veramente l’arma segreta. Sì, lo psicoterapeuta!

Badate, non vi fate strane idee, non per farvi del male, non per andare a rivangare nel passato, nelle vecchie ferite tormentate, no, assolutamente no.

Andate lì, magari vi stendete sul lettino, raccontate della vostra settimana, fate uscire i malumori, le tensioni, cercate appoggio e consiglio.

E oplà, alla fine uscirete rigenerati, rinnovati, ripuliti da tensioni, proprio come avete fatto in confessionale. E’ solo un bel cestino dove scaricarsi, non pretendete altro da voi stessi!

Sapete, talvolta ci sono convegni, seminari, gruppi esperienziali, sono un’ottima occasione per passare il sabato o la domenica, che altrimenti sarebbe noiosissima e ottima opportunità per crearsi nuovi amici e amanti.

Se ci scappa qualche lacrimuccia, meglio, sarete più leggeri. Però non fatevi ingabbiare, non fatevi intrappolare in un meccanismo di cambiamento. Dio ve ne guardi! Dovreste darvi da fare e modificare tutte le vostre care abitudini, dovreste chiedervi se avete qualche responsabilità per come gli altri vi vedono e vi trattano, dovete chiedervi cosa avete fatto di buono nella vostra esistenza e via via …..

No, davvero. L’importante è vivere tutto con leggerezza e oserei dire con superficialità. Prendete dall’esperienza, ciò che vi serve e nulla più.

E’ un’arte anche questa, sapete? Mica facile da gestire!

 

         Ora che vi ho svelato tutti i trucchi, non perdete tempo, datevi da fare!

Sarete veramente, veramente felici!

Niente e nulla vi potrà toccare, potrà smuovervi nella vostra stabilità, nei risultati acquisiti.

Complimenti, siete arrivati fin qui!

Ma ….. con voi, c’è qualcuno?

Accanto, dietro e davanti, c’è qualcuno?

Con voi, ci siete voi?

Sob!

 

By Sabrina Costantini

Repost 0
Psiche-Soma in libertà - in Ricette
scrivi un commento
21 maggio 2012 1 21 /05 /maggio /2012 10:38

Ricette di Cucina Bio-Psico-Naturali

                                          

Ricetta N° 5

Ricetta per coltivare Figli Sani ed Equilibrati

 

 

     Bene, se avete figli o vi state apprestando ad averne, leggete con molta attenzione quanto segue, vedrete che i consigli che mi appropinquo a svelarvi, saranno assai utili per crescere figli Sani ed Equilibrati.

     Ascoltate e seguite con cura, gli ingredienti di questa ricetta!

-   Prima di tutto, non dimenticate che avete dalla vostra la tecnologia!

Le generazioni precedenti non avevano certo questa fortuna. In qualunque momento desideriate che i vostri bambini stiano tranquilli, utilizzate la magica TV, saranno calmi e silenziosi, potrete fare tutto quello che volete, le pulizie, cucinare, leggere, andare su internet, parlare al telefono, ecc.

C’è una vasta scelta di programma, cartoni, film, telefilm, telenovela (ora ne fanno anche per ragazzi), dvd a scelta, documentari, ecc.

E’ utile,utilissimo, imparano anche un sacco di cose.

-     C’è poi un segreto, che vi rivelerò.

Ahimè, non sono stata io l’ideatrice di una trovata tanto geniale, ne sono solo la portavoce.

L’inventrice, l’ha raccontata con tanto orgoglio! E … a ragion veduta.

Sì, vengo al punto. Vi fate un bel dvd di pubblicità, solo pubblicità, ve le registrate, di ogni sorta, anche a ripetizione. Un ora e mezzo di pubblicità sceltissima! Sembra banale, ma i bambini sono catturati, affascinati, ipnotizzati dalla pubblicità,vedrete che un tale concentrato, li renderà magicamente calmi, tranquilli, docili, ipnotizzati direi e dopo potrete farne tutto ciò che desiderate e anche ciò che il mondo del commercio desidera!

Ora che ve l’ho rivelata, fatene buon utilizzo e diffondete la strategia, gli altri genitori non vi ringrazieranno mai abbastanza, vi declameranno come i loro salvatori indiscussi!

-   Questi due mezzi sono utilissimi anche nei momenti critici, non dimenticate che il momento del pasto, del sonno, pomeridiano e notturno, sono vere torture per tutti quanti.

Perché, doversi perdere e disperare in battaglie inutili, rischiando che i vostri figli vi odino?

Li mettete davanti alla TV e mentre sono catturati dalle immagini, quando la loro consapevolezza e la forza di volontà spezzate dall’attrattiva mediatica, voi gli propinate il boccone e oplà, vedrete che puliranno il piatto ben benino.

In questo modo poi, gli insegnerete a mangiare meccanicamente, mentre guardano! Semplice, no? Neanche se ne accorgono!

Per il sonno lo stesso, vi scegliete un video, se è sempre uguale diventa un rito rassicurante, lasciateli lì davanti, finchè non crollaranno stremati! Che ci vuole? Semplice, no?

Se le nostre nonne vi vedessero, vi invidierebbero a morte!

-     Ma la tecnologia non si esaurisce qui!

Ricordate che questa è una generazione di svelti, sanno utilizzare il PC meglio di voi grandi, si iniziano con quelli giocattolo, a un anno già si può fare.

Poi i giochi della play station, game boy e via via, ce n’è per tutte le età e per tutti i gusti!

Uno spettacolo! Ci sono quelli portatili, leggeri, si portano dovunque e potete girare come volete, fare ore e ore in auto, andare per musei, al mare, in città a fare compere, in montagna, ecc. Lui non vi disturberà, avrà altro da fare, ci sono i nuovi giochi, poi i record da esibire agli amici e via via.

Tutto fa cultura e li rende più svegli, reattivi, non dimenticate. E … tutti, fanno insieme ciò che devono o vogliono ….

-   Ma non c’è solo la tecnologia. Ci sono i sanissimi sport, gli impegni, gli hobbies.

Loro socializzano, si muovono che gli fa bene e imparano molte cose. Basta scegliere un programma ben razionalizzato, incastrare i vari impegni: scuola, doposcuola, compiti per casa, palestra, musica, disegno, inglese, magari francese che fa chic, ecc.

Un giorno vi ringrazieranno di tutto questo bagaglio! Mica avete avuto questa fortuna, vnoi!

L’importante è non lasciargli troppo tempo libero, dove potrebbero annoiarsi o riflettere troppo sulle cose!

No davvero! Organizzateli, impegnateli, riempiteli! Queste le parole d’ordine.

-     Non è mica finita qui, sapete?

Parlargli! Questa è una strategia vincente.

Dovete parlare ai vostri bambini, spiegargli come va il mondo, che è duro, è pericoloso, non ci si può fidare di nessuno, solo di voi genitori, che tutto quello che fate lo fate solo per il suo unico bene, anche se non sono d’accordo, un giorno capiranno,vi ringrazieranno, ebbene ora si devono fidare ciecamente!

Potete anche appoggiarsi al TG, è un ottimo modo di mostrare come vanno le cose. Così vedranno che non gli raccontate balle, è la realtà, piena di disgrazie, omicidi, ladrocini, persone di cui non fidarsi, gente che impazzisce e la crisi, l’economia, la disoccupazione.

Tutto questo vi aiuterà a guidare le sue scelte e capire che deve rinunciare ai suoi sogni, per scelte più concrete e utili per il suo futuro!

Così li preparerete bene bene alla vita di adulti!

-   Non dimenticate poi di dargli sistematicamente alimenti che contengano i conservanti, che appartengano alla classe E.

Vedrete che con quelli si mantengono attivi e svegli. Non troppo però, si potrebbe correre il rischio di una diagnosi di Disturbo dell’Attenzione con Iperattività.

Le merendine e tutte quelle cosette che a loro piacciono molto, ne sono assai ricche.

-   Quando li vedete un po’ giù, agitati, quando piangono e non lo sanno neanche loro il perché (figuratevi voi!), dategli una bella dose di cioccolata, se preferite e vi sembra più sano, panino e nutella!

E’ risaputo che la cioccolata alza il livello di endorfine, alza l’umore e la resistenza alla fatica.

Insomma un toccasana, un rimedio per molti mali dell’infanzia!

-            Se capiterà che un insegnante si lamenti della sua condotta, del suo stare attento, della prestazione, di una marachella, non vi angustiate troppo, gli insegnanti non capiscono nulla, vogliono solo accusarvi e scaricarsi la coscienza.

Basterà tenere la barca pari,all’insegnante direte che ci presterete maggiore attenzione, che a casa farete i conti con vostro figli e con vostro figlio ci riderete un po’ su, dicendo che forse l’insegnante non ha capito con chi ha a che fare, bisogna lasciar perdere, tanto fra poco si cambierà scuola e tutto è risolto.

Voi avete fatto tutto il possibile, che altro potete fare???

-   Poi, se volete che imparino presto ad essere autonomi, indipendenti, capaci, iniziate presto a mandarli a dormire dai nonni, da zie, amichetti.

Voi avrete un po’ di tempo libero per voi, per la coppia e loro capiranno che devono crescere, si devono adattare al mondo, agli altri, che “il mondo è la loro ostrica”.

Vedrete che così, cresceranno in fretta.

Quando poi saranno maggiorenni, desidereranno girare il mondo, studieranno all’estero, faranno vacanze in Inghilterra per migliorare la lingua.

Non avranno paura di nulla, non avranno limiti!

 

Vi assicuro che sarete molto orgogliosi di loro!

A  Natale vi ritroverete e potrete scambiarvi notizie sull’Europa, sui viaggi estivi e invernali, sulla politica e sull’economia. Insomma, verrà fuori una famiglia stimolante, acculturata.

Una bella famiglia felice!

Per il resto dell’anno vi bacerete attraverso Skype e che volete di più?

Sarete veramente orgogliosi di raccontare dei vostri figli!

 Peccato che li vedrete così poco, che non saprete più chi sono da tanto tempo, che non vi ricorderete neanche dei suoi cibi preferiti!

Saranno estranei a voi, ma anche a sé stessi, cittadini del mondo sì, ma ormai dimentichi di chi sono e da dove sono venuti. Persone di successo sì, ma sperse nel loro interno, perdenti rispetto a sé stessi.

Saranno persone spaventate da ciò che non si vede, da ciò che provano. Saranno in panico per le scelte della vita, che non sanno prendere, dalle relazioni e dalle persone, dalla possibilità di innamorarsi e di diventare genitori.

Non sapranno cosa realmente vogliono!

Ma che importa? Sono persone di successo, importanti, benestanti, colte e …..

 

A voi importa? Bhe,allora rifletteteci!

Non sarete mai genitori perfetti, non ci sono genitori perfetti, ma provateci! Proviamoci!

Proviamo ad essere semplicemente Genitori Consapevoli.

                          By Sabrina Costantini

Repost 0
Psiche-Soma in libertà - in Ricette
scrivi un commento
9 maggio 2012 3 09 /05 /maggio /2012 13:36

Ricette di Cucina Bio-PsicoNaturali

Ricetta N° 4

Ricetta per raggiungere l’agognata Libertà

  

Con questa ricetta segretissima, voi sarete finalmente in grado di dire: Sono Libero!

        Lo potrete urlare tranquillamente a pieni polmoni e, sarete finalmente soddisfatti appieno.

Non ci credete? Seguite i consigli che sto per rivelarvi ….

 

-            Primo obiettivo è rompere con tutti i vincoli, tutti quei legami che vi legano appunto, che v’impediscono di fare la vostra vita, di scegliere qualunque cosa vi venga in mente senza farvi problemi.

Si sa, quando c’è di mezzo un altro bisogna sempre chiedersi cosa penserà, quale sarà la sua reazione, come dirglielo cercando di indorare la pillola (“con un po’ di zucchero la pillola va giù…”, cantava qualcuno un po’ di tempo fa), senza far vedere che non ci siamo dimenticati di lui/lei, che ci interessa la sua opinione, ecc.

Bisogna fargli vedere, vero o falso che sia, che si trova al centro del nostro mondo, dei nostri pensieri e delle nostre decisioni.

Capite bene, che se volete essere veramente veramente liberi, dovete togliervi tutti questi impedimenti inutili, via, via!

Non c’è più da rendere conto a nessuno, proprio a nessuno di sorta!

-     Per cui, assolutamente no alla famiglia!

Non fatevi imbrogliare da gentilezze, cortesie, disponibilità, carinerie, disponibilità sessuali, arti seduttive, arti culinarie, ecc.

Non fatevi incastrare coi figli! Quando ci sono di mezzo loro, non c’è più vita, non avete più nessuna decisione veramente libera, non avete più tempo per voi, non più i vostri piaceri.

Sarete completamente vittima dei voleri altrui, delle necessità, delle priorità di tutti quanti!

Immaginatevi montagne di pannoloni, pappe, pranzi, ramanzine, regole,racconti, giochi, colloqui con insegnanti, le nottate in  piedi per le malattie, nottate per i pianti, nottate ad aspettare il rientro dalla discoteca, discussioni per i fidanzati/e, discussioni per l’abbigliamento e per la scelta universitaria, non avrete più pace.

Mica siete matti!

Se proprio proprio …. Al limite sapete che si fa? Quando il tempo ormai è andato un po’ oltre e sentite il desiderio irrefrenabile di provare a fare il genitore, potrete sempre trovare un partner che abbia già un figlio cresciuto, sbozzolato insomma, allora a tempo perso potete fare il vice-genitore, senza dovervi prendere davvero responsabilità e senza avere doveri forzati!

Bello no? Ma non spargete troppo la voce in giro!

In fin dei conti, conviene a tutti.

-     Ma anche gli amici, non sono poi così diversi!

Non vi legate troppo a qualcuno, che poi vi chiama in lacrime quando è depresso, magari manda sms per darvi informazioni sulla sua vita o vi chiede della vostra e si aspetta necessariamente delle risposte,magari vi chiede di vedervi, di dedicare un po’ di tempo alla vostra amicizia, di fare qualcosa insieme, si aspetta che vi ricordiate di alcuni suoi impegni importanti e che gli chiediate com’è andata, magari vuole che voi condividiate i vostri più intimi segreti, i pensieri, le paure, che siate onesti e leali.

Un legame impegnativo! Per cosa poi?

E’ molto più facile, frequentare ora l’uno ora l’altro, ora il gruppo del ricamo, ora quello delle camminate, ora quello della palestra, ora quello del lavoro, facendo capire a tutti che siete iperimpegnati e per voi non è facile ricavarvi del tempo, lo fate occasionalmente e va bene così!

Voi non siete soli e non avete bisogno di nessuno, è per gentile concessione che vi concedete all’uno o all’altro.

-            Un altro importantissimo ingrediente consiste nel mostrare chiaramente a chi vi circonda, che voi non siete influenzabili, condizionabili, né in vendita in alcun modo.

Voi siete tosti, che non ci provino nemmeno a farvi pressione di alcun tipo.

Non è mica facile sedurvi! Che se lo mettano bene in testa!

-            Ingrediente fondamentale è l’opposizione! Ricordate: l’opposizione!

Opponetevi sempre, quantunque, ovunque, per definizione. Non c’è nulla da valutare, non ci sono scelte, dovete fare sempre l’opposto di quello che viene indicato, consigliato, ordinato, ecc.

Soprattutto ordinato!

Come si permettono? Non crederanno mica di potervi comandare a bacchetta?

Assolutamente no!

-            Essere liberi implica che siete cresciuti, che non avete più bisogno di niente e di nessuno.

Primi fra tutti i genitori, della loro protezione, dell’aiuto e del sostegno. Non avete più bisogno di genitori, né di altri, non vi servono gli amici o i consiglieri per scegliere della vostra vita, non avete bisogno di partner per sentirvi a posto, amati, no, voi potete fare tutto ciò che desiderate, potete avere chi volete in qualunque momento!

Siete forti e indipendenti! Non avete bisogno di amore, voi!

-            E se avrete tanti nemici, non vi preoccupate, anzi gioitene!

Il grado della vostra libertà, è misurabile sulla base di quanti nemici possedete. I due fattori sono direttamente proporzionati, più siete liberi, più acerrimi nemici possedete!

Più vi odiano, più in realtà vuol dire che v’invidiano, che vorrebbero essere come voi!

Ostentate alteramente la vostra determinazione, la vostra libertà ferrea, continueranno ad odiarvi e man mano che prendete potere, faranno di tutto per compiacervi.

Siete forti, continuate così.

-            Non vi fate impietosire dagli altri, dalle insistenti richieste, dalle lacrimucce, dalle lamentele inutili, dalla disperazione dipinta in volto.

Non accontentateli, è una farsa, non gli starà bene nulla, vorranno sempre di più e voi non potrete disporre delle vostre risorse, del tempo libero, delle energie, della serenità emotiva, saranno solo inutili seccature! E a voi non verrà nulla in tasca.

Magari vi elogeranno come quello/a Buona, ma è solo una gran fregatura, perché alla fine sarete sempre costretti ad accontentare, per non perdere quest’immagine, l’etichetta, per non deludere.

Una vera prigione!

Siate spietati e Liberi!

-            Qualunque cosa gli altri dicano, voi dite sempre il contrario o comunque qualcosa di diverso. Mostrate sottilmente un’aria di disprezzo, come se quanto detto non avesse nessun senso, solo le vostre idee sono originali e vere, indiscutibili.

Senza eccessi, trasudate superbia perché voi siete superbi! Gli unici veri detentori della verità, perché siete totalmente liberi e incondizionati!

 

Insomma se siete veramente liberi, potrete sicuramente fare sempre come desiderate, fare tutto ciò che volete, esattamente nel momento che volete, accettare o rifiutare qualunque cosa senza remore, solo in base a voi stessi, vivere secondo le vostre uniche necessità, senza troppo preoccuparvi degli altri, mangiare, bere, leggere, fumare, sognare, passeggiare, viaggiare, lavorare, amare, come e quando volete.

Scoprirete piaceri sconosciuti alla maggior parte della gente, il piacere del potere, di quella vostra posizione, di quel vostro essere incomprensibili agli altri, che vi guarderanno con disapprovazione e ammirazione nel contempo. Vi sentirete unici e speciali, sarà una soddisfazione ed una pienezza quasi sadica quella nel vedere che gli altri vi temono, che hanno bisogno di voi, aspettano un vostro minimo cenno, che un vostro Sì cambierà la loro vita! Voi non dovete chiedere niente a nessuno, sono gli altri che devono chiedere a voi o starvi lontani, o con voi o miseramente senza di voi.

Questa è la vera e unica Libertà.

 

Siete arrivati fin qui? Complimenti, avete raggiunto ciò che veramente desideravate!­

….. Ma, forse forse, c’è puzza di …. Sì, lo sentite anche voi? C’è qualcosa che non si capisce subito, che si aggira nascostamente in voi, che per quanto cerchiate di cacciare con mille impegni, attività e pensieri, alla fine spunta fuori. E’ indefinibile, sconosciuto, difficile da delimitare, mh…. Ha quasi un sentore amaro, ma cos’è?

Se vi sforzate, se v’impegnate a starci dentro, a fermare quella sensazione, per gustarla meglio, per catturarla e comprenderla, capirete che c’è puzza stantia di Solitudine! Per quanto lo si possa negare, per quanto si pensi di essere pieni, soddisfatti, potenti, onnipotenti, inaccessibili, alla fine, quando ci si trova la sera nel letto, da soli, a stringere sé stessi, forse c’è qualcosa che manca, quando nel cuore della notte ci svegliamo per un brutto sogno, accanto a noi non c’è nessuno, alla fine …. È la realtà ad essere un brutto sogno, un vero incubo.

Ma sarà proprio vero che facendo tutto quello che ci va, pensando di non aver bisogno di nessuno, di non essere condizionati da nessuno, di essere proprio originali, forti, super, siamo veramente Liberi?

Forse svincolati, ma certamente non Felici!

Voi che ne dite? Val la pena di cedere qualcosa agli altri? Val la pena offrire un sorriso, che poi così tanto non costa? Val la pena di venire a patti, di accontentare, di donare, di rinunciare, di ……

E’ bello avere qualcuno accanto che ti sorride! Forse si aspetta delle cose da voi, forse fa delle richieste, forse chiede una mediazione, pretende di essere visto, ma …. Il legame che Lega, offre una libertà, una leggerezza emotiva, una stabilità che compensa una parte delle nostre rinunce.

                                       By Sabrina Costantini

Repost 0
Psiche-Soma in libertà - in Ricette
scrivi un commento
4 maggio 2012 5 04 /05 /maggio /2012 12:31

Ricetta N° 3

Ricetta Segreta per un Cancro sicuro

 

 

Vi prego, non vi scandalizzate, non fate i moralisti, puritani, intellettualisti, salutaristi, equilibrati …..

Vi sembra strano che qualcuno desideri un bel Cancro?

Mi spiace, ma così strano non lo è, ve lo assicuro.

Del resto, pensateci bene, è la malattia del secolo, alla fine si muore come tutti gli altri, si è alla moda! Anche nella morte!!

        Poi, detto fra noi, la malattia crea molti vantaggi: tutti intorno a voi, tutti che vi accontentano, che aderiscono ai vostri desideri, nessuno osa contrastarvi, non vi chiedono favori di nessuna sorta, non pretendono nulla, non vi accusano di nulla, anzi per alleggerirvi ulteriormente non vi dicono neanche tutta la verità su quello che succede intorno (denaro, questioni pratiche, problemi di varia natura, neppure sulla vostra stessa salute), non siete più chiamati a combattere tutti i giorni con il lavoro, i colleghi, i parenti, le necessità, a dover prendere decisioni fondamentali o irrilevanti, la malattia vi deresponsabilizza!

Cosa c’è di più bello?

Cosa di più desiderabile?

Ma, naturalmente nessuno sceglie consapevolmente di farsi venire un cancro, capita e basta.

Allora se vogliamo farlo capitare di sicuro e prima che sia troppo tardi, prima di aver vissuto abbastanza da aver dovuto pensare troppo, lavorato in eccesso, sentito oltre misura, scambiato in modo stimolate, prima che accada tutto questo …. ascoltate bene qual è la ricetta ideale.

 

-    Si parte con l’elemento base: il vostro rapporto con l’ambiente esterno, il movimento, la relazione, l’alimentazione, ecc.

E’ bene che vi preserviate da eccessiva stanchezza e vi muoviate solo ed esclusivamente in auto, non consumate troppo le giunture, non si sa mai che possano servivi!

Se proprio ci si deve muovere, è bene abbinare l’utile al dilettevole, fatelo in città, andando a fare shopping, oppure recandovi da un ufficio all’altro, sì è vero l’aria non odora di primavera, ma che importa, tanto gli odori naturali ormai sono scompari e poi l’odore degli scarichi, con le benzine aromatiche, non sono così male, basta farci l’abitudine.

In alternativa, il movimento sì ma controllato, in ambiente chiuso, senza troppo ossigeno, con orari stabiliti, abiti sintetici che impediscono la traspirazione ed evitano l’imbarazzo dell’alone sotto le ascelle, antiestetico!

In palestra naturalmente, dove anche la fatica ed il peso sono misurati volta per volta. Basta fare, poi potete anche non pensarci e fantasticare, evadere, pensare ad altro, non è necessario che stiate lì, tanto è un movimento automatico, mica dovete presenziare a quanto state facendo.

Poi siete ben controllati, correte e andate in bici con il cuore sempre sotto controllo grazie alle moderne apparecchiature, così si sta tranquilli.

Se state girando, non fate eccessiva fatica neanche nel dover trovare un cestino per buttare le cartacce, i mozziconi di sigarette, gli avanzi di cibo o i contenitori di plastica, è inutile! Non ce ne sono mai abbastanza e sono sempre stracolmi, fatica sprecata, tanto vale gettare la spazzatura dove vi trovate, magari in un angolino facendo finta di niente, fuori dal finestrino, mentre viaggiate in auto, magari in aperta campagna se capita.

E poi l’alimentazione. Non sprecate tempo inutile a fare la spesa di verdure fresche, a cucinare tutti i santi giorni, ad abbinare le pietanze giuste, è tempo sprecato. La vita è breve, perché sprecarla a contare calorie, a ridurre grassi, zuccheri inutili? Ma poi a che scopo?

Vai in un bel fast food, in una bella panineria, oggi ce ne sono di tutti i tipi, fanno anche le insalate, di quelle già pronte nelle buste, che sanno un po’ di plastica, ma insomma non facciamo tanti i difficili. Ti fanno le insalate miste, dove c’è tutto, primo, secondo, contorno, anche il dolce se metti del miele. Sai che bontà! Altrimenti, i buonissimi hot dog, gli hamburger, doppi cheeseburgher e guardate che ce n’è per tutti i gusti. Poi il servizio è ottimo, veloce ed economico.

Non vale proprio la pena di darsi tanto da fare a casa! Magari a preparare la buona minestrina della nonna, col brodo che bolliva e bolliva con tutte quelle verdurine fresche di stagione, lasciamolo nei ricordi dell’infanzia, che è meglio ….

E poi, col tempo che avete a disposizione, meglio starsene seduti in città ad un tavolino, a guardare le macchine che passano. Potreste aggiornarvi sui nuovi modelli e su chi li possiede (il solito avvocato, il giudice, il famoso professore ecc., i soliti irriducibili insomma).

Non dimenticate poi, che i cibi acquistati ci danno una vera mano, in merito a sostanze veramente cancerogene o supposte tali, aspartame (uno degli ultimi imputati, questa volta è toccato a lui), coloranti, conservanti, mucca pazza, prodotti transgenici, e via via.

Poi il mix è quello che conta, l’insieme di aria condita di smog e radiazione, acqua e atrazina (nelle migliori delle ipotesi), piogge acide, cibo contaminato da tutto un po’ (magari detto pure bio-), fumo (che fa sempre chic), alcool, meglio se superalcolici, qualche cannabinoide ogni tanto che aiuta a socializzare, un po’ di stimolanti (ce n’è per tutti, naturali e di sintesi, prodotti officinali, farmaci e droghe), ritmi incessanti, repressione emotiva e via il gioco è fatto!

Ma mi fermo qui, non voglio andare troppo avanti e anticiparvi troppo ingredienti, che hanno bisogno del loro spazio. Vediamoli passo per passo.

-    Passiamo poi al resto della vostra quotidianità: i ritmi e gli impegni.

Dato che gli orari di lavoro non sono sufficientemente massacranti, possiamo aggiungerci un po’ di impegni extra, la palestra per i più sportivi, le varie cene con i vari gruppi di amici, conoscenti, colleghi, ecc., i vari corsi (di cucina, di cucito, di inglese, di bricolage, di pittura, di disegno, di musica, di danza, tiro con l’arco, arti orientali, i corsi di aggiornamento obbligatori, quelli facoltativi, i gruppi d’incontro e via).

Per chi ha figli, non mancano gli appuntamenti giornalieri, serali e dei fine settimana, seguendoli nei loro vari appuntamenti (scuola, sport, musica, amicizie, cinema, feste, ecc.).

Ma se siete bravi, riuscirete sicuramente nell’intento, vedrete che alla fine della settimana sarete riusciti a far combinare una serie infinita di attività, da non credere davvero.

Ma il fine settimana poi, non si può non divertirsi, un po’ di svago ci vuole! E poi … i bimbi non si possono mica tenere chiusi in casa! Eh…

Non dimenticatevi di sfidare la fortuna! Un po’ di soldini imprevisti fanno sempre comodo! Via a giocate di lotto, enalotto, totip, gratta e vinci, turisti per caso …. Dai, fidatevi della fortuna!

Ma non vi preoccupate, per tenere il ritmo ci sono sempre degli ottimi ausili, vitamine, Sali a volontà, poi ci sono le erbe in aiuto come il ginseng, guaranà, non dimentichiamoci l’amatissimo caffè, chi li conta più, il te, meglio se te verde (quello di Giava lo consiglio, è ottimo), qualche aminoacido può aiuta anche per la palestra, una cannetta al fine settimana poi rilassa e scioglie le tensioni, sss… l’importante che non vi vedano i vostri figli!

Poi, bisogna tirarsi un po’ su …. Si sa che non c’è tempo per dormire e riposarsi, quindi è proprio necessario darsi un aiutino. Del resto, dormire è una perdita di tempo, ci sono troppe cose da fare e …. Non si sa mai di sognare troppo, i sogni turbano, poi obbligano a pensarci a farsi delle domande, no, no!

Poco sonno e tante attività, vi renderanno veramente forti!

Insomma, tenete duro, ce la farete di sicuro, siete tipi tosti!

-    Il rapporto con voi stessi è la parte migliore della cosa, l’ingrediente segreto, che fa veramente la differenza.

Accumulando “Sì incondizionati”, accondiscendenza e soddisfazione dei bisogni altrui, vedrete che guadagnerete molti punti.

Non vi preoccupate se volete cose diverse, se sentite di andare altrove, zitti, non ci pensate, che importa? Cosa costa dire un sì in più?

Fate quello che vi chiedono, accontentate gli altri, andate su dei binari ormai consolidati e tutto sarà più facile, comodo, senza troppi sprechi.

Ma perché prendersela tanto, discutere, contrapporsi, differenziarsi? Tanto spreco per niente.

Non fa piacere sentire rabbia, né tanto meno dolore, tristezza. Non è bello andare a rinvangare il passato, potremmo trovare scheletri spiacevoli o magari solo la causa delle nostre sofferenze attuali, forse può essere utile, ma chi ve lo fa fare, ma no, ma no, state tranquilli nel vostro lettuccio caldo, fatto di certezze e di strade già disegnate, percorse tante e tante volte dai vostri genitori, dai loro genitori prima e andando indietro chissà da quante generazioni ancora.

Andate avanti così, quando c’è un alone che offusca la serenità, non ci pensate due volte, impegnatevi in qualche attività, uscite con le amiche, andate in palestra, guardatevi un bel po’ di TV, magari andate su internet a chattare con chi ha solo voglia di divertirsi un po’, magari civettando qua e là, non c’è nulla di male è solo virtuale, non reale.

Se vi viene da piangere poi, non ci fate caso, lasciate che le lacrime si secchino lì, ma cosa vuol dire, siete adulti ormai, che diamine.

Non vi fate troppe domande insomma e se ci fosse qualcuno che vi parla dei suoi dispiaceri, delle angustie e delle paure, scappate il prima possibile, con scuse ed impegni inderogabili, non vi abbiate a guastare la giornata. Al limite cercate di consolarlo velocemente con frasi ad effetto “Eh, la vita è così” “Capita a tutti” “Consolati, c’è chi sta peggio” “Poi non va così male”, se ci pensate vi verrà la frase giusta, al momento giusto!

Però, siate sempre molto disponibili ad accompagnare, a fare al posto di, a fare piaceri, ad accontentare insomma.

Se doveste sentirvi un po’ persi, doloranti, con sintomi fisici, piccoli disturbi come bruciori di stomaco, emicranie, insonnia, psoriasi, asma, allergie, non aspettare troppo, fate tutte le visite del caso e curatevi, i farmaci toglieranno ogni malore e non dovrete porvi alcuna domanda.

Perché ricordatevi,  se il dolore o il fastidio, persiste eccessivamente, sarete costretti a farvi delle domande indiscrete e insinuanti. Meglio proprio di no, miei cari. Meglio vivere tranquilli.

-    Se avete delle rabbie represse, anzi se da sempre coltivate rabbie che non siete mai riusciti ad esprimere, rabbie sotterranee, invisibili e inconsapevoli anche a voi stessi, allora vedrete che sarete ancora più avanti degli altri.

Se poi fate della rabbia, la vostra ragione di vita segreta, macerandola fino a farla diventare livore e vendetta, sì vendetta, se vi pregustate il suo sapore giorno dopo giorno, vedrete che la rivincita verrà!

Riuscirete nello scopo, alla fine vi dovranno ascoltare, sarete al centro dell’attenzione di tutti quanti! Ah che soddisfazione!

Sì, perché la rabbia tenuta ad invecchiare diventa di ottima qualità, come il vino, si beve fredda e nel frattempo vi mangia il fegato, lo stomaco o magari l’intestino e di sicuro vi manda in pappa il cervello.

Sì, perché la rabbia è difficile da comprendere, da filtrare, da digerire e da far uscire indenne, se ormai stantia.

 

        Vi posso assicurare che con tutto ciò che vi ho indicato, che se seguirete i miei consigli pedissequamente, avrete accumulato veramente tanti punti. Bravi!

        Punti per cosa? Per un bel cancro!

        Dove?

        Dove dipende da voi, dall’organo più debole, quello preferenziale, quello che vi deve urlare i messaggi, che in forma minore, non avete voluto accogliere fino ad allora.

Ecco fatto, ora avrete tutti i vantaggi elencati sopra. Avrete davvero smesso di lottare, correre, parlare, compiacere. Adesso è il vostro turno, il cancro vi ridarà tutta l’attenzione, tutta la disponibilità, che voi avete messo a disposizione tacitamente, per tutta l’esistenza.

        Dovreste esserne orgogliosi, era quello che volevate, no?

Alla fine, saranno gli altri ad accorgervi di voi, non potranno più farne a meno, la vostra richiesta d’attenzione indiretta sarà prepotente e ineludibile.

Alla fine, dovranno sottomettersi e la vostra rabbia avrà aperto la strada, senza sembrare cattivi e inappropriati!

 

                                                       By Sabrina Costantini

Repost 0
Psiche-Soma in libertà - in Ricette
scrivi un commento
27 aprile 2012 5 27 /04 /aprile /2012 11:50

Ricette di Cucina Bio-Psico-Naturali

 

Ricetta N° 2

La Dieta Miracolosa:

Ricetta per ritrovare la propria “Forma”

 

Di seguito troverete delle indicazioni ben precise ed efficaci, per ritrovare la propria “forma”, la forma che vi appartiene, che è nascosta in mille meandri della vostra vita e fatica enormemente per poter emergere.

Se volete perdere i chili di troppo che vi angustiano e desiderate corrispondere al modello che vi siete immaginati di appartenere, allora ascoltate con gran attenzione!

Ssss! Non fate domande, ascoltate con concentrazione e silenzio.

-            Se volete dimagrire e apparire più tonici e siete Masochisti, allora non fate altra fatica, visto che nella vita ne fate già tanta, rinunciate in partenza.

Voi che sopportate tutto e tutti acriticamente, che siete sempre disponibili, che vi fate in quattro e poi in otto e in sedici, che giustificate tutto, voi …. Dove potrete mettere la rabbia, se evitate di ingozzarvi allo sfinimento?

Sarebbe una battaglia persa, seminando molti morti in battaglia! Non vi sforzate inutilmente.

Non voglio scoraggiarvi, ma i morti implicherebbero molti cadaveri di cui sbarazzarsi, molta energia, frustrazione, assenza di risultato assoluto, ma soprattutto la conferma del proprio Copione di Incapaci!

-            Se volete risultare tonici ed in forma e siete Dipendenti, ovvero vi siete sentiti rifiutati nei prima anni di vita, allora sarà un atroce sofferenza, stare a dieta!

L a privazione del cibo-nutrimento emotivo, risveglierà la forte angoscia di solitudine, la paura più grande che avete e allora …. Sarà dura rifiutarsi il surrogato affettivo. Sarebbe come abbandonarsi di nuovo, come sottoporsi nuovamente al freddo  e alla tristezza (le calorie riscaldano, i dolci alzano le endorfine, il cibo ricorda la dolce e tiepida poppata materna, la pienezza del contatto, almeno quello uterino ….). Come si fa a rinunciarvi?

-            Il fuggitivo, non ha certo bisogno di mettersi a dieta, caso mai, al contrario necessita fortemente di un po’ di peso che lo radichi più a terra e al proprio corpo, in questo dovrebbe fare quattro chiacchiere col masochista, che in materia la sa lunga …..

Per evitare un rinnovato abbandono, lui per primo fugge controllando la situazione, o almeno credendo di farlo, ma in questo modo taglia la corda (oltre che il cordone ombelicale, almeno crede), abbandonando il proprio corpo con l’estrema magrezza, con la scarsa forza muscolare, con la voce sottile e poco marcata, sembra quasi voglia dissolversi come aria e sparire con il vento.

-            Se all’inverso siete dei Controllori, siete dei bei fusti! Sì non c’è male!

Ma, se proprio dobbiamo cavillare, per una forma maggiormente armonica …. Si consiglia di sgonfiare un po’ il petto, togliere le medaglie, renderlo un po’ più terreno grazie al rafforzamento delle gambe, altrimenti si corre il rischio di volare via come palloni gonfiati, trainati dalla forza dei propri pensieri.

Rafforzate quindi le gambe ed il contatto con la terra.

-            Il Rigido, beato lui, ha un vantaggio su tutti gli altri, sicuramente porterà avanti la dieta in modo ferreo, siamo sicuri che non sgarrerà di una caloria, ma che dico una, neanche di mezza.

Ma a che prezzo, miei cari? Ne sarà soddisfatto? Ne varrà la pena? Questo gli varrà la stima e l’equità degli altri, o solo la loro invidia?

Si tratterà dell’ennesima ingiustizia a suo carico! Dell’ennesima privazione e questa volta per proprio pugno.

 

     Poveri Noi! Comunque vada ci ritroviamo sempre nei nostri panni, nella nostra Forma!

     Forse è meglio cambiare prima la forma, prima di voler passare a tutti i costi per un foro troppo stretto, che potrebbe stritolarci o lasciarci semplicemente lì, al punto di partenza.

     Evitiamo di imporci diete forzate, immagini che non comprendiamo e non ci appartengono, ritrovandoci solo nel completo fallimento. Ad ogni giro, ad ogni nuovo tentativo, ci sentiremo sempre più incapaci, aggiungendo un carico ai precedenti, saremo sempre più stanchi, cammineremo sempre più lentamente, fino a perderci.

     Bhe, forse vale la pena di prendere la cosa da un altro punto di vista, chiediamoci come stiamo, come ci sentiamo, cosa non ci fa star bene, cosa è sano e cosa no, sia dal punto di vista concreto, materiale, ambientale, umano, relazionale, intrapsichico, evolutivo e ……

Non modifichiamo solo la forma e l’immagine, sono evanescenti e rischiano di lasciarci a piedi.

                   Forse possiamo chiederci cosa vogliamo da noi, dagli altri, quali obiettivi ci poniamo, cosa non ci va più.

Cosa possiamo fare per sentirci più sereni?

Penso che da qui, dalla comprensione della propria sofferenza e dei propri obiettivi, passerà anche la forma psico-fisica, come lavoro globale.

Vedrete che i risultati saranno sicuri e duraturi!

E’ una dieta di vita!

Buon Lavoro

Repost 0
Psiche-Soma in libertà - in Ricette
scrivi un commento
21 aprile 2012 6 21 /04 /aprile /2012 13:10

Ricette di Cucina Bio-Psico-Naturali

 

Ricetta N° 1

Filtro d’Amore

 

Attenzione, sto per rivelarvi una ricetta segretissima, un filtro d’amore.

Per cui, a tutti quelli che cercano la loro anima gemella da tempo e non l’hanno ancora trovata, a chi soffre le pene d’amore, a chi non conosce le gioie del cuore ….

Aprite bene le orecchie, vedrete che questa volta non fallirete.

Ascoltate con attenzione estrema!

 

-             Come prima cosa, dovete decidere le caratteristiche che non vi vanno a genio, del vostro Lui o Lei ideale.

-             Pensateci bene e una volta individuate queste caratteristiche, scartate le persone che le possiedono, appena vi si presentano!

-             Mi raccomando, non lasciategli aprire neanche bocca, potrebbero convincervi che poi, così male non sono! E noi non vogliamo questo! Via, scremiamo subito!

-             Se preferite, potete anche decidere di fornire un bonus, un numero di comporto entro cui stare, per fornire qualche chance in più, vale a dire potete accettare una certa caratteristica x, anche se proprio non vi va a genio, ma non la x con la y, sicuramente non la y con la z e non quando la y si presenta in certe circostanze e con certe persone e così via.

L’importante è pensarci ben benino, articolando una teoria personale, ben strutturata, dettagliata, non fatevi sfuggire nulla. Una sorta di vademecum quotidiano.  Così tutto sarà più semplice, non si devono compiere molte scelte, ma si va in automatico e si risparmiano energie preziose.

Ricordate, che ne servono tante per stare dietro ai mille impegni (lavoro, spesa, cucina, bucato, palestra, piscina, shopping compulsivo, letture varie per tenersi informati, face book, posta elettronica, forum e chat, tv, aperitivi vari, pizza con gli amici, cena con colleghi, locali notturni, sbronza settimanale, evasione domenicale, vacanze programmate, vacanze vacanti, vacanze occasionali, week end lunghi, grigliata del 25 aprile, passeggiata del 1° maggio, festa di fine anno, feste natalizie, ultimo dell’anno e poi bisogna saper reggere all’alcool, ai cibi stravaganti, mal cucinati, ingurgitati agli orari più strani, eventuali sostanze d’aggiunta, cannabis o farmaci che siano, un ansiolitico all’occorrenza può essere sempre utile, non dimentichiamo il viagra ….).

-             Detto questo, l’importante è frequentare molti posti, anche diversi fra loro, conoscere varie persone, essere estremamente socievoli, mostrarsi curiosi e interessati, interessanti, sedurre in modo sottile senza che nessuno se ne accorga, crearsi un personaggio insomma, una bella maschera (anche quella non costa poi così tanto).

Mi raccomando a voi! Appena capite che non è aria, non lasciate tempo in mezzo, createvi le vie di fuga, meglio se eleganti e/o inconfutabili.

Del primo tipo (eleganti) possiamo citare: “Ho un volo che mi attende per andare a Londra”, “Mi aspettano i delegati della Cina, per un affare internazionale”, “Gli astri sono assai sfavorevoli per gli incontri, questa settimana”, “Il mio Carma mi porta altrove”, “Scusa tanto, ma ho un presentimento strano, devo andare” “Ho prenotato i biglietti per il teatro” e via alla fantasia.

Del secondo tipo (inconfutabili) possono essere: “Devo correre in ospedale”, “Devo accudire la mamma malata”, “Ci sono persone che senza di me, non sanno come fare”, “Ho un funerale”, “E’ morta la mia nonna”, “C’è il cane a casa, che se non mi vede fa il diavolo a quattro” “Il mio micio sta per partorire la sua cucciolata” ……

-             Il bell’aspetto e l’elemento economico non sono di poco conto, poi.

Con il primo, non solo non sfigurerete davanti agli altri, ma sarete orgogliosi e guadagnerete punti, di fronte ai vostri amici: vi siete trovati un partner curato e affascinante, questo vuol dire che voi siete di pregio e meritate cotanta beltà!

Se conosce anche un’altra lingua, guadagna ancora punti, magari il francese tanto affascinante o l’inglese che va sempre bene, ti permette di essere compreso ovunque e di fare il moderno in patria.

Aggiunge interesse e fascino anche un po’ di cultura, non occorre che si sappiano davvero le cose, ma è sufficiente avere un’infarinatura di tutto un po’, almeno non rimane mai in silenzio e ha sempre da controbattere, allargare gli orizzonti, essere di compagnia insomma.

Anche il lato economico non disdegna, almeno siete sicuri di non doverlo mantenere nelle uscite, che non si tira indietro in una spesa folle, nelle serate o nelle vacanze tanto desiderate, anzi se va proprio bene, magari si offre di pagarle anche a voi, senza farvi spendere un euro.

Quindi, a tal scopo ricordate di osservare bene i suoi abiti, la provenienza, la marca, potreste anche chiedere così un po’ svagati dove fa i suoi acquisti. Chiedete subito che lavoro svolge e cercate di capire quale auto possiede, se non ne avesse, segnaccio, fuggite a gambe levate!

Questi criteri, dovrebbero essere sufficienti, per arrivare allo scopo prefisso.

-             Io eviterei di uscire col vostro capo, di solito sposato/a, una strada senza uscita e coi colleghi, se la storia non va, poi devono essere gestiti quotidianamente, può risultare difficile e poi sarebbero noie inutili. Meglio evitare quella categoria.

-             Se siete sedentari, è preferibile evitare gli sportivi, quelli ti spingono ad andare con loro o a fare movimento e non se ne parla proprio. Alla lunga vi criticheranno per la vostra pigrizia e non staranno mai a casa con voi, troppo presi dai loro allenamenti e dalle gare.

-             Se non siete perfettamente in forma e amate mangiare, evitate gli anoressici, quelli all’inizio vi sfileranno davanti come grissini, solo per suscitare l’invidia più estrema e poi continueranno a martellarvi per spingervi a dimagrire, a mangiare meno e loro lo dicono per il vostro bene, di togliere tutto quel colesterolo dalla tavola, di non ingozzarvi così, che sembrate dei maiali e via via ….. se non che poi, la notte si alzeranno segretamente a rubarvi il cibo dal frigo!

Sarebbe una vita troppo dura, vi ritroverete costretti a contare il cibo, per poi usare quest’arma di difesa, al momento in cui tornerebbero all’attacco con le loro accuse denigratorie e giù litigi all’ultimo salamino, arrabbiature, svalutazioni, svilimento, uff!!! Allora vi passerà anche la fame!

-             Siate attenti, scegliete persone divertenti, con mille interessi, che sappiano risolvere la serata, con mille abilità, capaci di farvi divertire, di organizzare il tempo.

Dovete ripararvi dalla noia. Ricordate che è dura passare una giornata intera insieme! Ancora peggio se le giornate si susseguono e diventano mesi e poi anni.

-             Ah, non dimentichiamo poi di evitare le persone che amano gli animali, a meno che voi non siate i primi, in questo.

Prendono un animale in casa, magari un cane, promettendo assolutamente di occuparsene senza accollare nessun peso, poi … calcolate una o due influenze all’anno se va bene, la sciatica primaverile, il week end fuori con gli amici, la giornata di eccessiva stanchezza, la settimana fuori per lavoro e chi più ne ha più ne metta, alla fine tutte queste occasioni e molte altre, toccheranno a voi, che per non sentirvi dei cattivi, piegherete la testa e lo farete, porterete in giro il cane, cosa che, dopo le tasse ed il cattivo tempo, odiate più al mondo!

-             Non dimentichiamo le persone divorziate con figli. Queste, è inutile dirlo, ricordiamolo per inciso è bene evitarle, perché vi imporranno delle necessità, dei tempi e dei modi che non potrete contrattare, ci sono i week end con i figli o tutta la settimana con i figli, dipende dal tipo di affidamento. Ci sono poi gli oneri economici per i minori, ci sono le preoccupazioni per loro, c’è il rapporto con l’ex, che si manterrà a vita, detto fra noi una presenza scomoda.

Poi, avendo già avuto figli, non è detto che ne voglia con voi, ammesso che voi lo desideriate.

Ai limiti estremi, sarete costretti a ricorrere alla banca del seme! Una noia, tempo e denaro sprecati!

-             Poi c’è il sesso. Meglio scegliere un partner navigato, lasciate perdere gelosie di relazioni pregresse e possessività, almeno siete sicuri che acconsentirà a qualunque cosa, non si scandalizzerà di nessuna richiesta e la soddisfazione sarà assicurata!

-             Ultimo e non ultimo, ricordiamo di bardarci a dovere quando usciamo, curiamo per benino il nostro abbigliamento, sempre in accordo con la maschera scelta, mi raccomando non ce lo dimentichiamo, poi i capelli sempre sistemati al meglio, meno male che gel, cere, mousse, lacche neutre e colorate ci vengono in aiuto ad ogni necessità. E poi le mani e i piedi sistemati, la ceretta (anche gli uomini amano sempre più farsela), la barba e i baffi curati, il trucco, la pelle perfettamente sistemata, tutti gli accessori del caso, anelli, collane, borse, occhiali assolutamente firmati, da vista e non, insomma sicuramente dimentico qualcosa, ma pensateci voi ad aggiungere quello che manca.

Et voilà siete pronti, ora potete proprio uscire, l’ultima controllata allo specchio e via libera.

-             Comincia la caccia!

-             Vedrete che andrete avanti per un bel po’, passando da un tentativo all’altro, da una relazione all’altra, da una fuga all’altra, da un mucchio di delusioni imprescindibili.

E …. A

alla fine, vi ritroverete a piangere disperati, soli, a chiedervi se davvero esiste la persona giusta, se esiste l’amore, se siete predestinati a stare da soli, a soffrire, se siete giusti o sbagliati e sarete sempre più desolati.

-             Mi sa che a questo punto si prospetteranno due possibilità, o vi accontenterete del primo disperato che capita, almeno condividete la disperazione e la delusione della vita, aggrappandovi l’uno strettamente all’altro, con l’angoscia di ritrovarvi nuovamente soli, accetterete qualunque cosa vi succederà e qualunque cosa l’altro vi prospetta ….. o alternativa, vi dovrete ricredere sui criteri che vi siete dati all’inizio e pensare che se si vuol qualcuno da amare e da cui essere amati, allora dobbiamo staccare il pilota automatico, lasciar la testa in vacanza e far decidere il cuore, da qualunque parte ci porta.

-             Allora la ricetta migliore, sta nel togliere la maschera, eliminare ogni trucco, cancellare i calcoli, rilassarsi e non fare sforzi, ascoltate con gli occhi e guardate con le orecchie, lasciare che il tatto e l’odorato facciano la loro parte, state semplicemente, lasciate spazio vuoto per accogliere l’altro,

nessuna fatica, nessun fare a tutti costi, nessun apparire splendenti

la relazione deve andare come la barca spinta dal vento, non c’è bisogno di motore, né di remi …..

un semplice bicchiere d’acqua bevuto insieme, sarà un gran Filtro d’Amore!

Repost 0
Psiche-Soma in libertà - in Ricette
scrivi un commento