Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
25 luglio 2012 3 25 /07 /luglio /2012 09:59

Giovani a Rischio!

 

KISSED-BY-FIRE-a28519505-1--copia-1.jpg

 

Dal sito www.diregiovani.it 13 luglio 2012, arriva questa notizia non certo nuova, ma comunque allarmante sull’abuso di Energy Drink. Credo sia importante ribadire……..

 Per il Dipartimento Politiche Antidroghe e' "allarme" abuso energy drink tra i giovani”.

L'effetto stimolante di queste sostanze, espone al rischio di sopravalutare la capacita' di giudizio e di controllo comportamentale, alterando la percezione del proprio stato e del reale livello di ubriacatura. In altre parole, si è ubriachi ma non c’è consapevolezza di questo perché il drink attiva, tira su, fa sentire tonici e svegli.

I risultati dello studio pubblicato su 'Addictive Behaviors', hanno verificato che i consumatori di questi cocktail "bevono di piu', abbandonano piu' tardi i locali, e sono quattro volte piu' propensi a mettersi alla guida.

 

"Lo stato di ebbrezza viene piuttosto mascherato, mentre segnali come la fatica e la sonnolenza risultano attenuati ma restano in agguato, poiche' la concentrazione ematica di alcool non viene modificata. Una volta terminati gli effimeri effetti della bevanda energetica, la sbornia si puo' materializzare acutamente con i suoi sgradevoli sintomi: vomito, cefalea, disequilibrio, mancanza di coordinamento, sonno e disidratazione, condizione aggravata sia dalla caffeina che dall'alcol, ed eventualmente anche dall'eccessivo riscaldamento in ambienti quali la discoteca".

Anche la Societa' Italiana di Farmacologia e l'Associazione Italiana del Farmaco hanno piu' volte espresso la "preoccupazione" condivisa dal Dipartimento, sui "crescenti consumi ed abusi di queste sostanze tra i giovani e la necessita' di apporre sulle etichette di questi prodotti una avvertenza che ne sconsigli l'uso a soggetti cardiopatici ed ipertesi".

La stessa Societa' italiana di Pediatria ha segnalato piu' volte che "un apporto eccessivo di caffeina, puo' provocare problemi all'apparato cardiocircolatorio provocando tachicardia ed ipertensione, interferisce sull'assorbimento del calcio e aumenta il rischio di erosione dentaria e puo' indurre dipendenza". Inoltre il consumo abituale di energy drink risulta associato a "un aumento dei livelli di stress e a un peggioramento delle perfomance scolastiche".

"Quello che preoccupa e' l'abuso crescente tra i giovani di queste bevande specie d'estate. Alcuni giovani arrivano ad ingurgitare anche tra gli 8 e 15 drink in una serata, immettendo nel fisico una quantita' di caffeina che puo' arrivare fino a 1500 mg e che se unita contemporaneamente ad alcol, anfetamina, cocaina o cannabis puo' dare luogo ad un mix estremamente dannoso per la salute potendo provocare la comparsa di crisi cardiache (aritmie maligne sopraventricolari) e in persone vulnerabili, anche crisi epilettiche. Vale la pena ricordare che la stimolazione caffeino-indotta del Sistema Nervoso Autonomo di tipo simpatico comporta un aumento della pressione cardiaca e dell'afflusso di sangue ai muscoli, una diminuzione dell'afflusso di sangue alla pelle ed agli organi interni, compreso il cervello, ed il rilascio di glucosio da parte del fegato. E' importante che i giovani conoscano gli effetti negativi di queste bevande e per questo continueremo a sensibilizzare non solo i giovani, ma anche le famiglie nella giusta direzione contro il fenomeno dell'alcol associato all'abuso di questi drink" (Giovanni Serpelloni).

 

 

E importante che questi dati ci inducano a riflettere su ciò che capita ai nostri giovani e ci induca a far conoscere, a renderli partecipi di ciò che può capitargli.

Se leggiamo la lista degli ingredienti contenuti nei cosiddetti energy drink, vedremo una serie di sostanza apparentemente innocue, per lo più sostanze naturali, che come tali sembrano innocenti, ma per la verità nessuna lo è, soprattutto in dose elevate e poi soprattutto la loro combinazione produce un cocktail veramente spaventoso.

 

Una bevanda energetica (in inglese energy drink) è una bevanda analcolica contenente sostanze stimolanti, principalmente glucosio, caffeina, taurina, guaraninae vitamine del gruppo B, destinata a fornire energia al consumatore. Da non confondere con gli sport drink, i quali non contengono stimolanti, ma sali minerali e carboidrati e sono destinati principalmente alla reidratazione.

Non essendoci una regolamentazione sulla definizione del termine "energy drink", non esiste un ingrediente o una formula base necessaria a definire la bevanda energetica. Esiste tuttavia una serie di sostanze, principalmente carboidratie metilxantine, presenti spesso in alte quantità, riscontrabili nelle varie ricette; tra questi spesso troviamo caffeina, vitamine del gruppo B, taurina, maltodestrina, inositolo, carnitina, creatinae glucuronolattone; vengono inoltre utilizzati vegetali, quali guaranà, ginseng, e ginkgo biloba. Molti marchi propongono affiancate alle formule originali versioni dietetiche, con relativa sostituzione di edulcoranti.

 

Ciascuna sostanze ha i suoi effetti collaterali ad alti dosaggi, combinandosi insieme, combinati con altre sostanze stupefacenti, abiti non traspiranti come i capi sintetici, luoghi chiusi, non areati con musica ad alto voluto e movimenti fisici intensi (come il caso delle discoteche) determinano un effetto incalcolabile, indefinibile e spesso assai soggettivo.

Considerando poi la quantità di drink bevute in una sera, credo che nessun ragazzo, per quanto in ottima salute, possa passare indenne. Forse la maggior parte, sopravvive, ma al di là di quello che si vede all’esterno, ci sono i danni interni, il mancato sviluppo neurobiologico, i danni tessutali e organici, che si manifesteranno col tempo e con l’invecchiamento precoce, con le malattie ad insorgenza precoce e fulminante, con le capacità cognitive, emotive e di personalità sottosviluppate e inespresse.

I danni invisibili sono molto insidiosi e invisibili, ma ci sono.

Non a caso, le giovani generazioni soffrono assai presto di disturbi, malattie, ci sorprendono con infarti precoci, attacchi epilettici, tumori insorti in giovane età, leucemie, ecc.

Bisogna ricordare che gli effetti sono soggettivi, cioè queste sostanze esaltano disturbi latenti, o predisposizioni, sia organiche che psicologiche. Non facciamoci travisare da ciò che vediamo negli altri, noi non siamo gli altri!

Non a caso, talvolta le semplice cannabis, in alcuni sembra non sortire alcun effetto diretto, in altri scatena reazioni impensate, attacchi di panico a raffica, angoscia persistente, perdita di confini con la realtà, psicosi, depersonalizzazione, de realizzazione, ecc.

 

Non è facile dare dei limiti, dire di no, ma è necessario. A 18 anni i ragazzi sono maggiorenni per legge, ma non per questo sono fuori pericolo!

Gli Energy Drink non sono affatto solo bevande energetiche, se abbiamo letto con attenzione gli ingredienti ci rendiamo conto che il disturbo minimo che possono far insorgere è tachicardia e ansia, a lungo andare una macchina sempre in funzione, si usura prima del previsto!

E poi …. Chiediamoci, perché mai è necessario bere sostanze che forniscono energie? Dalle 8 alle 15 a sera!!!!

Impensabile.

E i soldi chi glieli dà a tutti questi consumatori?

Se il corpo non ce la fa, dice basta vuol dire che dobbiamo fermarci, non spingerci oltre grazie a sostanze che sfruttano tutte le nostre risorse, fisiologiche, energetiche, psicologiche, lasciandoci alla fine come sacchi vuoti …….

E’ come essere sottoposti costantemente ad uno stress acuto e non è un bene per la salute fisica e psichica.

Sembra invece che non si riesca ad accettare i propri limiti e non li si ascolta affatto.

Del resto, quello che tutti quanti facciamo, ciò che questa società induce è andare avanti a tutti i costi, eliminare i sintomi influenzali con i farmaci, sopprimere il dolore con gli antinfiammatori e antidolorifici, eliminare il prurito con gli antistaminici, sostituire l’arto non funzionante con protesi, ecc.

Ma non c’è più tempo e spazio per ascoltare cosa questi segnali ci vogliono dire.

Non siamo più in contatto con il nostro corpo e con i suoi bisogni.

Non c’è da stupirci che anche i nostri figli, i nostri allievi, nipoti, vicini, facciano lo stesso.

In fin dei conti, cosa fanno di male? Bevono solo bevande energizzanti, sono anche analcoliche!

Ma come abbiamo visto non è così semplice.

Cominciamo a parlare con il nostro stile di vita e poi con le parole!

Buona Salute

 

                            By Sabrina Costantini

Condividi post

Repost 0
Psiche-Soma in libertà - in Notizie
scrivi un commento

commenti